Chi siamo pag

Link Molto Belli è nata nel dicembre 2014 come una newsletter settimanale ispirata a quella di Alexis Madrigal e Ann Friedman. Link Molto Belli è sempre stata così: settimanale e via mail. Solo dopo un anno ha visto la luce del web, prima su Dance Like Shaquille O’Neal e poi, permanentemente, su Prismo. Il nome “link molto belli” viene dal latino, significa “l’angoscia nascosta nei momenti di pura felicità”.

Quello che volevo dirvi è che da oggi tutto cambia. Ma da oggi tutto, gattopardescamente, rimane come prima. LMB trova una sua dimora fissa nel www: come ogni civiltà, è nata nomade e ora vuole godersi le meraviglie dello stanzialismo (il fuoco, l’agricoltura, gli RSS). Linkmoltobelli.it sarà quindi l’archivio delle newsletter ma anche molto di più: un blog quotidiano con aggiornamenti mozzafiato. Potete passare di qui quando vorrete e troverete sempre ciccia nuova. Non troppo spesso, magari. E non nei weekend. Ecco, magari passate di qui quando ve lo dico io dai. I profili Facebook e Twitter di Link Molto Belli serviranno proprio da bat-segnale per tutti voi, a richiamarvi quando c’è roba nuova.

Dice: “Eh ma vuoi mettere il fascino della newsletter”.

Per i fan irriducibili della posta elettronica tutto rimarrà uguale. Se siete anti-sito, dimenticatevi di questo post e distruggete lo schermo sul quale lo state leggendo.

Ho detto distruggete lo schermo.

Link Molto Belli è cresciuto seguendo blog come Kottke e altri che non vi spiffero: siti semplici, liste di cose interessanti a cui affidare una manciata di minuti. Link di qualità come il seguente:

https://vine.co/v/itiKIAU2bIx

O questo:

https://www.lrb.co.uk/v20/n02/derek-parfit/why-anything-why-this

Ora LMB e il suo stanco creatore vogliono fare come quella cosa lì. Però in italiano. Con 15 anni di ritardo. Mentre la realtà virtuale conquista il mondo e i blog si estinguono. È un buon piano.

A proposito di “piano”, il sito porta con sè una novità, “Il Club Esclusivo di Link Molto Belli”. Molti, ehm, “creators” del web hanno ormai accettato il fatto che la pubblicità non basta a coprire le spese e sbarcare il lunario. Ed era ora. Sono dell’idea che sia meglio sborsare qualche soldino per aiutare chi su internet fa qualcosa che ci piace. Se fossi un musicisti vi chiederei di venire ai miei concerti; se fossi uno scrittore di comprare i miei libri. Ma sono uno che fa i Link Molto Belli, questo è il mio destino, quindi ecco il mio piano:

1) Il tutto rimane OVVIAMENTE gratuito per tutti;
2) Ma qualcuno paga una cifra mensile e annua;
3) Siete infottati con LMB? Avete tipo due euro al mese (due caffè al mese, LORDI) da offrirmi? O tre? O dieci? O… 18293?
4) Fatelo. Qui trovate il cosa e il come: ci sono vari livelli e offerte, tipo Scientology;
5) No, anzi, è diverso da Scientology.

Clicca qui per leggere la brochure del “Club Esclusivo di Link Molto Belli”.

Grazie.

Detto questo, aggiungeteci alla vostra barra dei preferiti, seguiteci sui social e cazzate la randa: tutto questo web non si navigherà da solo.

Buon divertimento.

Pietro Minto, direttore di Link Molto Belli (v. foto) http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2015/04/ferruccio-de-bortoli.jpg